KIDS UNIVERSITY

Nella mattinata di giovedì 24 settembre abbiamo partecipato a due laboratori scientifici organizzati dalla Università di Verona nella sede di Borgo Roma:

  • Batteri e vegetali: la ricerca scientifica per la difesa delle piante dalle malattie
  • BIO investigation: un laboratorio di microscopia e istologia

Nel primo laboratorio abbiamo simulato di infettare una pianta di tabacco con dei batteri ed essendo una simulazione non c’era nessun rischio, ma comunque ci hanno fatto indossare dei camici bianchi e dei guanti in lattice.

Siamo stati divisi in gruppi ed ognuno aveva una postazione di lavoro dotata di recipienti di vetro siringhe e 2 piante di tabacco.

Il protocollo da seguire era il seguente:

  • riempire la siringa con del liquido contenuto in una provetta, contenente dei batteri
  • infettare le piante siringandole sulla pagina inferiore delle foglie
  • osservare come reagisce la pianta nei punti in cui viene infettata
  • preparare le medicine per curare le piante

WP_20150924_09_00_42_Pro     WP_20150924_09_00_57_Pro

WP_20150924_09_23_20_Pro   WP_20150924_09_23_29_Pro

WP_20150924_09_26_00_ProWP_20150924_09_01_32_Pro

Per preparare la medicina bianca: pesare 1,5 grammi di polvere bianca (bicarbonato )con la bilancia elettronica, versarla in un matraccio e diluirla fino a portare la soluzione a 100 cc.

Per preparare la medicina rossa : prelevare 1 ml di liquido rosso ( estratto di mirto ) da un contenitore, versarlo in un matraccio e diluirlo fino a portare la soluzione a 100 cc.

In un contenitore pulito versare 10 cc di soluzione bianca e 10 cc di soluzione rossa e mescolare bene.

Il gruppo A doveva trattare le foglie delle due piantine, una solo con acqua distillata e l’altra con la medicina bianca.

Il gruppo B doveva trattare le foglie una con acqua e l’altra con medicina rossa

Il gruppo C doveva trattare le foglie una con acqua e l’altra con la soluzione mista.

Per vedere i risultati sugli effetti delle nostre medicine ci hanno proiettato i risultati di prove precedenti, dalle quali emergeva che il bicarbonato  si era dimostrata la sostanza più efficace contro i batteri.

Sul banco vi erano anche tre piastre petri  con sul fondo un terreno di coltura a base di zuccheri, li abbiamo aperti e sfiorando il fondo con il nostro dito li abbiamo infettati e richiusi.

Questo sarà il prossimo esperimento che faremo in classe: aspettare che si sviluppino delle colonie di batteri e muffe ed imparare a preparare dei vetrini per osservarli al microscopio.

Al termine ci hanno regalato una piantina di Kiwi dentro un contenitore di plastica sigillato con un terreno di coltura a base zuccherina. Quando la piantina sarà cresciuta tanto da toccare il coperchio potremo trapiantarla in un vaso con terriccio.

Nel secondo laboratorio, Bio investigation, abbiamo osservato al microscopio del materiale biologico animale e vegetale: un tessuto sanguigno, un piccolo frammento di tessuto cardiaco, un’ala d’ape ,un frammento di cervello. Inoltre abbiamo scoperto le diverse forme che caratterizzano le impronte digitali: impronte ad arco, ad ansa e a spirale. Questo è stato possibile sfregando la mina di una matita sulla carta vetrata, prendendone il pigmento con il polpastrello dell’indice e imprimendolo su un pezzo di scotch in seguito attaccato su un foglio.

Quindi ci siamo chiesti :”perché abbiamo due occhi? “. Ci siamo risposti con un altro esperimento: abbiamo tolto il tappo ad un pennarello e tappandoci un occhio dovevamo tentare di unirli, ma solo visivamente ed abbiamo scoperto che con due occhi riusciamo ad acquisire le informazioni su quello che vediamo. Poi ci hanno spiegato che l’angolo della visuale delle femmine è maggiore di 180° e maggiore di quello degli uomini.

WP_20150924_10_36_36_Pro  WP_20150924_10_37_02_Pro

WP_20150924_10_56_33_Pro WP_20150924_10_56_42_Pro

WP_20150924_10_59_55_Pro WP_20150924_11_20_34_Pro

WP_20150924_11_22_47_Pro WP_20150924_11_22_52_Pro WP_20150924_11_31_21_Pro

WP_20150924_11_31_55_Pro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...