Uscita al Centro Agro-alimentare

Il giorno 8 maggio 2015, noi, classi 2^C e 2^D, siamo andati con il pullman al centro agroalimentare di Verona. Siamo partiti alle ore 8.20 da scuola, e siamo arrivati al mercato alle ore 8.45 circa. Appena arrivati ci hanno consegnato un sacchetto di carta verde che conteneva dei depliant, un blocchetto, una matita e una giacchetta arancione fluorescente, poi siamo saliti in una stanza, dotata di Lim e di sedie con un tavolino sollevabile dove poter scrivere. Si sono presentate a noi due dipendenti del mercato, che, attraverso la lavagna, ci hanno spiegato molte cose. Hanno iniziato raccontandoci che il centro agro alimentare, nonché Verona Mercato, si estende, per il lungo, per 850m, è nato nel 1760 in Piazza Viviani, ed è dotato di 70 posteggi. La merce arriva giorno e notte e quella transitata raggiunge il numero di 370.000 t totali, ed è così suddivisa: 50.000 t per il mercato locale, 240.000 t per la merce internazionale e 80.000 t per la merce estera, infatti, il Mercato di Verona, è prevalentemente un mercato locale, internazionale e d’esportazione a livello mondiale, l’Italia è tra i primi cinque mercati internazionali. Il punto focale dove gli operatori esportano la merce è l’Europa dell’Est, mentre gli operatori importano da tutto il mondo. Le contrattazioni di vendita avvengono quando chi compra e chi vende forma il prezzo dei prodotti, esse hanno inizio alle ore 5.00, e possono avvenire per iscritto, per telefono o di persona. A Verona Mercato si compra all’ingrosso, ma anche i cittadini possono acquistare, sempre però in grandi quantità (una casetta circa). Ogni giorno, alle ore 10.00, è esposto in bacheca il listino, che mostra il prezzo minimo, prevalente e massimo del giorno. Un elemento che non bisogna mai dimenticare è l’etichetta del prodotto, che è per la merce come una carta d’identità, infatti esprime: il nome dell’azienda che ha effettuato l’imballaggio e la spedizione, il nome del produttore, l’indirizzo del produttore, il numero d’iscrizione all’albo nazionale degli operatori, il centro dove il prodotto è stato lavorato, il nome di provenienza e il suo appezzamento agricolo, il marchio o timbro, il nome del prodotto, la varietà specifica, il luogo d’origine, la categoria di qualità e per ultima cosa le caratteristiche dimensionali. Infine ci hanno parlato dei cinque colori della vita, che sono i colori che troviamo nella frutta (rosso, verde, giallo/arancio, blu/viola e bianco), dei quali dobbiamo nutrirci con cinque porzioni al giorno, per assicurarci di vivere bene e in salute. Poi ci hanno portato nell’azienda vera e propria a vedere come si lavora, e inoltre la nostra guida ci ha mostrato molti tipi di frutta, anche esotica e molti tipi di piante aromatiche in commercio. Alla fine ci hanno offerto la spremuta d’arancia e la macedonia di frutta mista. Siamo andati via dal Mercato alle 11.30 circa e alle 12.00 siamo rientrati a scuola. La gita è stata molto interessante, mi è piaciuta molto, soprattutto perché ci hanno mostrato moltissime cose.

Chiara Bertoli

 

IMG_20150508_085158 IMG_20150508_095137 IMG_20150508_100044 IMG_20150508_100049 IMG_20150508_101402 IMG_20150508_104435 IMG_20150508_104716 IMG_20150508_110519 IMG_20150508_110848

IMG_20150508_094201

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...